La teiera tanzante: stampa 3D, PLA e una manciata di elettronica

Il maker francese ed appassionato di informatica Paul-Luis, non essendo un fan dei robottini a testa quadra ha disegnato il suo progetto di robot danzante con le forme della teiera, che probabilmente quelli che  hanno visto il film la Bella e la Bestia avranno già riconosciuto.

Stampa 3D, filamenti in PLA - la teiera danzante

Stampa 3D, filamenti in PLA – la teiera danzante

Il progetto di Paul-Luis, come molti altri progetti, sono stati ispirati dal famoso Robot Bob presente su thingiverse, tra i più conosciuti Zowi ed il più recente Otto.

Tutti questi progetti sono semplici da realizzare, economici nei componenti che utilizzano, open-source sia per i disegni che per i sorgenti del codice di programmazione e sono tutti realizzati con una stampante 3D ed una bobina di filamento PLA.

Paul-Luis dichiara di non essere un fan dei robottini a testa quadrata e questo è il motivo per cui il suo design di differenzia dagli altri producendo una simpatica teiera.

stampa-3d-pla-teiera-danzante-04  stampa-3d-pla-teiera-danzante-03

Se desideri divertirti con questo progetto qui sotto trovi l’elenco dei materiali e strumenti di cui avrai bisogno:

  • 5-volt Arduino Pro Mini board (un clone compatibile va comunque bene)
  • Un regolatore di tensione a 5V
  • 4 micro servo motori
  • Una batteria da 9V ed il relative connettore
  • Un USB to UART per programmare il robot
  • Cavetti Dupont, viti M2 e colla
  • Un piezo per riprodurre la musica (elemento opzionale).
  • Una stampante 3D e una bobina di filamento PLA.

Partire da zero con un progetto simile richiede delle competenze che magari non tutti hanno come la capacità di disegnare con un cad 3D e di creare programmi per arduino ma per nostra fortuna Paul-Luis ha messo a disposizione tutti i file necessari per portare a termine il progetto, basta “solo” un po’ di buona volontà J

Su github trovi i file da scaricare per stampare i pezzi della teiera ed i sorgenti da caricare su arduino:

https://github.com/paullouisageneau/plasteac

Nel suo blog personale trovi una guida passo passo per come procedere nella realizzazione:

https://chapelierfou.org/2017/04/plasteac-a-dancing-teapot/

Buon divertimento !

Categories: Informatica | Tags: , , , , | Leave a comment

Utilizzare materiali di recupero per realizzare parti di abitazioni: archi, cornici, comignoli o caminetti

La impresa edile Zanola si occupa da anni del rifacimento di parti di abitazioni attraverso materiale di recupero, costruendo archi, cornici, comignoli, caminetti o altri elementi strutturali con materiali di risulta reperiti presso altre ditte costruttrici. Si tratta di una metodologia edilizia che permette di non sprecare, non inquinare e riutilizzare quanto è riciclabile per nuovi e differenti usi, venendo incontro alle esigenze edilizie e, nello stesso tempo, a quelle di riciclo e rispetto dell’ambiente.

L’impresa Zanola, dal padre Roberto ai figli che oggi proseguono una decennale attività nella zona di Brescia, contribuisce a mettere in pratica una moda diffusa tra le imprese costruttrici moderne, quella del riutilizzo. Attraverso una maggiore consapevolezza dei materiali e del loro impatto ambientale, le imprese come Zanola sono in grado di assicurare gli stessi ottimi risultati in termini di qualità della costruzione anche attraverso materiali recuperati da precedenti utilizzi.

Attraverso i materiali di recupero si possono realizzare diversi elementi di un edificio, mantenendo e rispettando la sua natura, il contesto di inserimento e la sua funzione. È importante valutare ogni aspetto prima di procedere alla progettazione e realizzazione di una nuova parte dell’abitazione. Elementi come archi, cornici, comignoli o caminetti possono essere inseriti per esigenze puramente estetiche o per esigenze strutturali.

Grazie all’esperienza della ditta Zanola e del team di lavoro di cui dispone è possibile ricevere tutta l’assistenza necessaria nella valutazione della parti dell’abitazione da modificare o realizzare ex novo, nella scelta del materiale di recupero, nella valutazione della metodologia di intervento e delle tecniche da utilizzare. Sulla base di professionalità ed esperienza è possibile quindi trasformare vecchi coppi, tegole, pietre, mattoni o altri materiali possono trasformarsi in cornici elementi architettonici del tutto nuovi, come finestre, caminetti o archi moderni.

Categories: Casa, Edilizia | Leave a comment

Ristrutturare casa

Tutti gli immobili, sia privati che commerciali, devono essere dotati di una certificazione energetica che ne indica le caratteristiche di consumo energetico necessario per il riscaldamento in inverno ed il raffrescamento in estate.

Proprio come per gli elettrodomestici siamo abituati a leggere le indicazioni di consumo energetico per capire “quanta corrente consuma”, anche le abitazioni hanno una classificazione simile.

Questa tiene in considerazione un numero maggiore e più complesso di fattori ma il risultato è molto simile. Read more »

Categories: Assicurazioni e finanza | Leave a comment

Risoluzione ai problemi di muffa, condensa, pareti fredde e dispersione termica

Un ottimo sistema di isolamento termico e acustico da poter utilizzare dove non è possibile modificare l’aspetto esterno del fabbricato o qualora è in atto un’opera di restauro o riqualificazione di un edificio storico è quello del silicato di calcio. Si utilizza di solito uno spessore di tre o sei cm in base alle dimensioni della stanza. Read more »

Categories: Casa | Leave a comment

Monitoraggio della clientela e recupero del credito

Le polizze di assicurazione crediti rivolte alle imprese sono pensate per tutelare le imprese, di piccole o grandi dimensioni,  contro il rischio di insolvenza da parte dei clienti e contro i danni economici che derivano da questo mancato incasso. Diverse sono le procedure attraverso cui si esplica questo tipo di tutela. L’assicurazione del credito infatti si attua attraverso accurate indagini e verifiche delle caratteristiche dei soggetti che sono clienti dell’impresa, attraverso il monitoraggio e il controllo dei pagamenti effettuati dai debitori stessi e la verifica dei pagamenti effettuati in dilazione. Read more »

Categories: Assicurazioni | Leave a comment

Benessere in casa – umidità e temperatura

Grazie ad una valutazione congiunta di diversi elementi è possibile valutare il grado di comfort igrotermico presente all’interno di un ambiente. La questione si pone soprattutto nei periodi invernale ed estivo, cioè quando la differenza tra la temperatura esterna e quella all’interno è decisamente marcata. Si può constatare che nei periodi estivi il comfort igrotermico deriva da una mirata ventilazione notturna degli ambienti in quanto basta una temperatura interna di pochi gradi inferiore rispetto a quella esterna per essere percepita una temperatura gradevole. È inverso il problema durante l’inverno quando il comfort termico ideale richiede una temperatura interna compresa tra 16-20° che non dipende da quella esterna.
È fondamentale che si deduca e si valuti anche il bilancio termico umano. Il bilancio termico dell’uomo dipende dall’intensità degli scambi termici se e l’ambiente circostante. All’interno degli ambienti questi scambi avvengono in primo luogo con le superfici di pareti, soffitti e pavimenti. In secondo luogo si riferiscono all’umidità dell’aria. Per tale motivo il benessere igrotermico generale dipende dall’umidità relativa dell’aria, in quanto un’eccessiva umidità nell’aria ostacola la traspirazione, mentre viceversa un’umidità troppo bassa fa accelerare la traspirazione provocando una sensazione di freddo anche quando la temperatura è abbastanza alta. L’umidità relativa dell’aria ideale dovrebbe essere compresa tra il 45% e il 55% e non dovrebbe mai scendere sotto il 30%.
Infine, è da valutare che la nostra percezione dell’umidità in un ambiente, e di conseguenza il benessere igrotermico stimato, è molto influenzata dalla presenza di odori. I cattivi odori che si formano per esempio per mancanza di aerazione rendono l’aria particolarmente umida ma solo in via temporanea, in quanto una breve e repentina areazione permette all’aria più fresca e meno umica di liberare non solo l’ambiente dagli odori ma anche di diminuire la sensazione soggettiva del nostro corpo di umidità e afa.

Categories: Casa | Leave a comment

Difendersi dagli insoluti: strategie di scouting

Negli ultimi anni  molte compagnie assicurative  hanno previsto all’interno dei servizi delle polizze assicurative realtive ai crediti delle imprese un particolare servizio: lo scouting. Grazie a questo servizio si rende possibile evitare che l’insolvenza dei creditori dell’impresa si verifichi. In particolare il servizio di scouting consiste in un’analisi dell’intero portfolio clienti dell’impresa che ha richiesto la copertura assicurativa presso la compagnia assicurativa. Read more »

Categories: Assicurazioni e finanza | Leave a comment

REPRAP E IL NUOVO MODELLO DI STAMPANTE 3D

Arriva da Monaco ed, in particolare, dall’industria RepRap delle stampanti 3D con sede a Monaco, l’ultimo modello di terza generazione della X400: La X400 PROV. Questa stampante 3d rilasciata da pochissimo ha caratteristiche e innovazioni importanti come la testina a doppia stampa per assicurare un resa al 100% professionale e le nuove parti in alluminio a bassa usura. A rivolgersi alla RepRap sono, infatti, grandi che richiedono alta qualità, prototipi di grande formato, modelli demo e altri progetti. Per questi motivi la compagnia tedesca si è impegnata negli ultimi anni a ragionare sui punti deboli del vecchio modello per fare in modo di migliorare il prodotto, e di conseguenza il servizio.

Tra le importanti integrazioni prese in considerazione la RepRap ha pensato di includere una nuova testina doppia come caratteristica (DDR printer head) standard del nuovo modello. La testina doppia garantisce una scelta molto vasta quanto a materiali per la stampa 3D ma anche un’ampia varietà di creazione di oggetti bicolore, ispirati a modelli creati liberamente. Gli estrusori possono essere riscaldati a 290°C permettendo l’impiego di materiali speciali come il Carbon(20), o filamenti delicati e flessibili, di consistenza gommosa.

Rispetto al modello precedente, è stata fatta una riflessione importante su un ulteriore aspetto uda migliorare, sopraggiunto a causa dell’usura. Nel susseguirsi di vibrazioni, infatti, velocità e precisione della stampante 3d diminuivano generando come conseguenza diversi errori nel prodotto finito. Così, la RepRap ha deciso di implementare il servizio apportando le modifiche seguenti:

-Creazione involucri: 390x400x320mm

-Velocità di stampa: 10-150 mm/s

-Velocità: di 10-300 mm/s

-Precisione della posizione: +/-0,1 millimetri

-Diametro del filamento/ugello: 1.75/04.mm

-Materiale: ABS, PLA, PS, PVA, TPU93, Carbon20, Laywood, Laybrick, PP, Bendlay, Soft-PLA, Smart ABS

-Tipo estrusore: DD3 doppio

-Temperatura estrusore: 290°C

-Software incluso: Repertier, Slic3r

-Peso approssimativo: 55kg

Categories: Senza categoria | Leave a comment

L’applicazione concreta dell’automazione

Sia che venga considerata come sviluppo tecnico, tecnologia, integrazione o sistema socio-tecnico, l’automazione è una forma complessa di evoluzione scientifica, una continua tendenza verso l’eliminazione della mano dell’uomo e l’inserimento della macchina nella gestione di operazioni complesse e articolate. Nel mondo reale l’automazione meccanica si presenta sotto differente forme e applicazioni, tra cui un caso particolare è quello delle macchine utensili a controllo numerico, che consentono la realizzazione di manufatti sostituendosi all’uomo nel fornire energia, destrezza, diligenza, giudizio e valutazione.

Attualmente sul mercato dell’automazione industriale, la massima estremizzazione di questa forma di tecnologia manifatturiera è costituita dalla  fabbrica automatica, un impianto manifatturiero capace di funzionare senza l’ausilio dell’uomo, in maniera completamente automatica, tramite macchine utensili a controllo computerizzato e robot industriali. Altro settore in cui oggi l’automazione è diffusa e in continua evoluzione è la domotica, ovvero l’automazione applicata all’ambito domestico, la scienza interdisciplinare che si occupa dello studio delle tecnologie atte a migliorare la qualità della vita nella casa e più in generale negli ambienti antropizzati.

Si tratta in realtà di aree applicative fortemente interdisciplinari che richiedono l’apporto di molte tecnologie e professionalità, tra le quali l’ingegneria edile, l’architettura, l’ingegneria energetica, l’automazione, l’elettrotecnica, l’elettronica, le telecomunicazioni e l’informatica. Nata come evoluzione delle tecniche di controllo numerico sulla base delle nuove componentistiche elettroniche, l’automazione utilizza gli elaboratori dedicati come unità di comando in modo da gestire tutte le istruzioni memorizzate per l’esecuzione delle funzioni di controllo numerico. Nell’automazione, dunque, si fondono contenuti e metodologie differenti che si sono sviluppate nella scienza dell’automatica e nella ricerca operativa, nate ed evolutesi grazie all’impiego di tecnologie provenienti da altre discipline appartenenti principalmente ai settori industriale e dell’informazione, utili ognuno per la propria parte ad arricchire lo scenario dell’automazione aggiungendo bisogni, tecniche e applicazioni pratiche.

 

Categories: Industria | Leave a comment

Assicurazione dei crediti commerciali

Il servizio di assicurazione dei crediti commerciali, svolto dalle più note compagnie assicurative specializzate nel settore, è un servizio basato sulla valutazione preventiva degli acquirenti e il conseguente servizio di copertura del rischio. In tale settore assicurativo il rischio fondamentale da assicurare è quello della perdita economica causata dall’insolvenza o dal mancato pagamento dei crediti commerciali, generalmente formati a breve scadenza.

I crediti commerciali, infatti, tipici delle pratiche imprenditoriali degli operatori economici, nascono a seguito di contratti di fornitura o prestazioni di servizi e, per loro natura, sono facilmente inclini all’insolvenza proprio per la rapidità con cui si generano. Per questo nascono i contratti di assicurazione dei crediti attraverso i quali si costituisce una particolare polizza assicurativa, con caratteristiche particolari, il cui funzionamento prevede la fornitura di un fido per ogni debitore entro un limite di credito o massimale assicurabile. Il contratto è stipulato dal fornitore nel proprio interesse come una sorta di polizza assicurativa preventiva con un contenuto indennitario, posto a tutela dell’eventuale insolvenza debitoria fino a copertura, quasi totale, del credito garantito.

L’assicurazione del credito prevede l’erogazioni di un servizio completo che si compone di uno studio preventivo sulla capacità di adempimento agli obblighi contrattuali dei clienti o acquirenti con i quali si instaurano le relazioni commerciali, la successiva gestione delle azioni necessarie per recuperare l’eventuale credito insoluto e l’erogazione delle somme a titolo di risarcimento in caso di insolvenza o mancato pagamento. Uno dei momenti più importanti dell’attività assicurativa che riguarda i crediti instaurati nelle relazioni commerciali tra fornitori e clienti è proprio la fase preventiva durante la quale le compagnie assicurative eseguono analisi sulla capacità di solvenza del credito, scegliere tra i partner e clienti commerciali i più affidabili e creando, per gli altri, le polizze più adatte per la copertura quasi totale delle somme poste a credito nelle transazioni.

Categories: Assicurazioni, Assicurazioni e finanza | Leave a comment