browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

Restauro edilizio e monumentale

Posted by on 19 aprile 2012

Il restauro è un settore che comporta una serie di certificazioni che l’impresa deve possedere per poter svolgere determinate attività. Nel caso del restauro, si entra in un settore fortemente controllato dalla Soprintendenza per i Beni Culturali, con delle regole ben specifiche e, molto spesso, completamente differenti dalle norme che regolano gli interventi su edilific non sottoposti a vincolo. Si parla di restauro edilizio quando gli interventi riguardano immobili di carattere storico sottoposti a vincolo, mentre il restauro monumentale riguarda immobili (sia civili che religiosi) di particolare valenza storica e architettonica, sopra i quali vigila sempre l’occhio attento e severo del Ministero per i Beni Culturali.

Una ditta che esegue ristrutturazioni non potrà fare restauri in quanto mancano, al suo interno, le maestranze adatte e idonee a svolgere quel tipo di lavoro, mentre invece, una ditta che fa restauro, sarà anche in grado di effettuare delle ristrutturazioni.

Il restauro comporta la conservazione dell’immobile rispettandone le peculiarità e gli elementi tipologici, formali e strutturali, senza che, a seguito di detto intervento, nulla venga alterato, ma vengano mantenuti tutti gli elementi che costituivano quel manufatto. In entrambi i casi, il restauro comporta sempre la supervisione della Soprantendenza per i Beni Culturali, che ha delle regola molto rigide e non dà molta possibilità di intervento se non quello volto esclusivamente alla conservazione stessa dell’immobile per garantirne l’uso e la sopravvivenza.

Come è ovvio, non si parla di restauro, nel caso in cui si decida di demolire un immobile e di costruirne uno identico per forma e tipologia al precedente: in questo caso si ha una vera e propria ricostruzione.

Lascia un commento